… come fa il mare

mare

 A tutte dici amore

A tutte e a nessuno

           Come fa il mare

   Come il mare che ci dona e si prende

  Il suo respiro d’onda

 Non sei sincero

              puoi amare solo me

Posso amare

                        te e nessuna

                        e l’ambigua notte

      o la curva dell’acqua

      come fa il mare

Si vive nel mondo

  Si ama una donna

             E tu non sei il mare

                    Lascia che io abbia

                       L’ansia di cielo

                           Di una nuvola

                                E la voglia di crescere

                           Di un bosco in aprile

                        ascoltami scorrere

                   fiume tra i sassi

       e a tutte dire amore

                              come fa il mare.

Annunci

Articolino in corso…

Il mistero del cane che fuma il sigaro…

Madonna del Rosario_rid

 

 

 

Particolare di un grande quadro ovale, attualmente sulle pareti dell’oratorio della Compagnia della Croce in Santo Stefano degli Agostiniani a Empoli.

Questo:

Madonna del Rosariointero_rid

 

 

Tre teste in via dei Forni

Tabernacolo antico in via dei Forni a Empoli

Tabernacolo antico in via dei Forni a Empoli

Collezione Piergiuseppe Porciatti, Empoli

Collezione Piergiuseppe Porciatti, Empoli

Madonna del Transito - Santo Stefano degli Agostiniani, Sagrestia

Madonna del Transito – Santo Stefano degli Agostiniani, Sagrestia

Proviamo a dare la soluzione a un piccolo mistero che aleggia, ignoratissimo ai più, nel chiasso di Malacucina, o via dei Forni o via del Gelsomino come si chiama ora. In pochi lo avranno notato, quel tabernacolino grigio che sta a mezz’altezza, sul lato che sbocca in via Giuseppe del Papa. Nel bel librino dedicato ai Tabernacoli d’Empoli, edizioni Dell’Acero, si dice che risale all’ottocento, che è di stucco, che ha perso il colore, e che rappresenta una “Dormitio Virginis”. Che altro non è che la rappresentazione degli ultimi istanti della dipartita della Madonna da questa terra, attorniata dagli Apostoli. Non si accenna però alla figura con tre teste che campeggia nel mezzo della scena. Si dice in chiusura che un quadro di eguale soggetto sta in Sant’Agostino. Mistero troppo bello per non tentare di capirci qualcosa.

E’ stato anche il questo caso Pier Giuseppe Porciatti (per tutti a Empoli: il Bigghe), a darmi la spinta e i documenti su cui lavorare. Continua a leggere